Sabato 25 - 18:00

Ornella Cerniglia

prenota

"Until the Last Resonance"

genere: Musiche originali

PROGRAMMA

Un ininterrotto flusso sonoro, in cui le musiche della pianista e compositrice si fondono agli echi della tradizione popolare siciliana, del repertorio più radicale del XX secolo e del minimalismo storico, in una navigazione aperta, a un tempo rigorosa e liberamente improvvisata.

La risonanza come filo conduttore porta la musicista a esplorare e sperimentare con e sullo strumento nella sua totalità. Il pianoforte come un meraviglioso corpo che respira, da tenere in vita until the last resonance.

_______________________________________________________________

I posti prenotati sono da intendersi come “posto non numerato”. Il pubblico sarà invitato a sedersi ove possibile, prendendo posto dove indicato dalla segnaletica e seguendo le indicazioni dello staff di Piano City Palermo.
_______________________________________________________________

Ornella Cerniglia
Forte di un percorso che parte dalla formazione accademica in Conservatorio e all’Università e giunge a flirt non-tanto-occasionali con l’avant-rock, Ornella Cerniglia – pianista, compositrice e catalizzatrice di sensibilità – attraversa stili e repertori degli ultimi due secoli con la leggerezza e la sicurezza di chi vuole e sa ricomporre prassi e ascolto della musica con le nostre esperienze interiori e quotidiane. Una ricerca, quella di Ornella, che trova la sua guida nell’attenzione alla vita, interiore e sociale, che dà forma e senso alla musica, alla poesia, alle arti visive, al teatro e alla letteratura. Ne sono prova le esperienze quantomai diverse e affascinanti che la vedono protagonista e sodale, dall’immersione nella memoria collettiva del canto popolare (di cui è uno degli esiti la prima incisione dei Canti della terra e del mare di Sicilia di Alberto Favara) agli arrangiamenti di Syd Barrett, dalle partecipi frequentazioni delle avanguardie americane e italiane alle collaborazioni coi compositori d’oggi, delle cui musiche è spesso dedicataria e prima interprete. E ancora le musiche per la scena e lo schermo, il prediletto repertorio vocale da camera dal Novecento a oggi in duo con Irene Ientile, la complicità con l’altrettanto avventuroso artista Alessandro Librio, con cui è arrivata a duettare al pianoforte con uno sciame d’api. Questa ricca attività trova infine una sintesi coerente nella nuova prospettiva di Ornella Cerniglia sullo strumento che più di ogni altro simboleggia tanto le grandezze quanto le asfissie di grandi tradizioni della nostra civiltà musicale: il pianoforte, riformulato come una stanza tutta per sé, finalmente riaperta dopo aver accumulato memorie, ossessioni, esperienze molteplici e splendori, tutti rimuginati, elaborati e infine condivisi in un dialogo intimo con chi ascolta.

Condividi:

Sabato 25 - 18:00

Conservatorio di Musica Alessandro Scarlatti, Atrio

Via Squarcialupo 45

L'ingresso al concerto è subordinato al rispetto della normative per l'emergenza sanitaria in atto: Green Pass valido, utilizzo DPI (mascherine) conformi alla normativa, rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1mt e uso di igienizzante per le mani.

Da un'idea di Andreas Kern

OK

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. X